Sport e proletariato: una storia d’amore

“Spesso si sente dire che lo sport dovrebbe essere apolitico. Ma nella misura in cui è la vita stessa ad essere politica, dovrebbe essere naturale, anche ai massimi livelli sportivi, trovare chi si espone contro le ingiustizie. Purtroppo così non è e figure come Peter Norman, Tommie Smith e John Carlos ci appaiono, ancora oggi, come eroiche eccezioni”. L’edizione 2017 di Achtung Banditen si apre questo sabato al Chiringuito di San Paolo con la presentazione di Sport e proletariato. Una storia di stampa sportiva, di atleti e di lotta di classe, un libro di Alberto Di Monte edito da Mursia Editore.

La recensione continua su Core On Line

Published by

admin

@abuzzo3 (quasi) ovunque